Just another WordPress.com site

Buon Tutto..dal bello al brutto…

..leggiamola così…

599493_395484757167329_2081270410_n..come piace a noi,senza dar troppo peso all’indifferenza,ci sono argomenti seri e semi seri anche nella vita

quindi spazzoliamo da quel comò di nonna i suoi insegnamenti,ritrovare una vecchia lettera e darle Vita.

..quasi con timore la si apre,già nel pensiero un emozione si affaccia curiosa,nonno faceva la corte a nonna woww che fico..ora i francobolli stanno ad ammuffire su quegli scaffali che tanto hanno dato

e non vi era quel saluto così all’apparenza strano,di un Anno che termina o inizia,era tutto bell’è scritto a mano

un calamaio,carta assorbente,e via a scriver semplicemente per l’emozione di farlo,solo per quello.

Son ricordi che insegnano,son ali per continuar a volare,son sorrisi emotivi…

..e ci si rimette a rileggere,pensando,se rileggo capisco meglio,emoziono la mente e il cuore 

…per quanto uno s’affanni a farsi capire,chi legge lo fa per se,è tutto normale,leggo io come lo fai te…

e non m’abbasso a scriver del governo,lascio tranquillo il mondo esterno,a romper le sfere è quotidianità per quelli la..

e scrivo così disordinatamente che manco la punteggiatura mi segue più,le virgole fan sciopero,mi dicono..

Ehi Tu;scrivi pure,ma non chiederci cosa azzo hai scritto,quello manco tu lo sai ahahahah…

Massimo..io

Annunci

iniziamo seriamente..?….

….ci han detto Anno bisesto anno funesto

ci han detto preparatevi al peggio

ne dicono di tutti i colori su quello che presumibilmente potrà accadere

stà a noi comportarsi normalmente

fasciarsi la testa prima di rompercela non ci cambia la vita

diciamo che siamo o diventeremo pessimisti-ottimisti a metà

i nostri avi hanno avuto vita dura senza aver nulla,una base per piangere,un piatto

per sorridere,noi abbiamo tutto o quasi tutto e ci preoccupiamo sempre

..una vita agiata porta ad aver paura di chi bussa alla porta,mentre se non si ha niente

si vive così tranquillamente…se ben ricordiamo anche il 2011 è iniziato così

e lo sarà anche negli anni a venire,per i giovani brividi a non finire…

per i pensionati vita grama,per chi ci doveva,sperava, di andarci lo sarà ancor di più

eppur lassù un sorriso aiuta senza mai chieder nulla.

Io aiuto Te,con qualche parola con un suggerimento con affetto e comprensione

scriverei nel tuo mondo una bella canzone,prenderei una chitarra in mano

e con lei ti porterei lontano.. Ti regalo una nota,falla suonare,falla sognare

ad esser troppo seri può anche far male,per questo alla serietà non c’è rimedio

…per tutto il resto c’è; Terapia d’un Sorriso!!


ohohohhhohhh…

Eddaii non è possibilee,ogni anno la stessa storiaa

salti fuori chi m’ha fregato le rennee,oh oho oh ohhh

cò stà nebbia in val padana devo prepararmii,manca pocoo e sarà ancora Natalee

devo mettere pure le catene se prendo la tangenziale stellaree

sò anni che ve lo dicoo,sòò Babboo Natalee,se credi a me allora credi pure a Montii ahaha

vi farò dei regali esemplari,tasse nuove,aumenti a iosa,la tredicesima chi se la ricordaa

..è cambiato un pò tutto,ma..al governo mi chiamano ancora,o sò fessi loro o gli

Italiani creduloni?..Pensa che ho portato le renne a fare il tagliando e..

m’ha risposto;ma vanno a benzina o a gass,ma li mortacci loroo chè non lo sanno

che le mì renne vanno a sorrisi,oh oh ohhh devo fare in fretta mi chiudon i negozi

ciò pure i folletti in cassa integrazione,e i sindacati che mi rompon lì c…..ni ahahah

uso dai tempi che t’ho visto crescere,l’inchiostro simpatico..

eppur aspettarsi regali utili anche quest’anno sarà nà corsa all’oro…

ahh senti un pò te che fai er parcheggiatore abusivo,chè me daresti n’occhiata al sacco

ciò più che altro ricordi d’affetto,sacchettini di sentimenti genuini

..mi chiamano nà volta all’anno,sò papà Natale un c’è altro da fare

..la nebbia copre tutto,ciò ancora un mese per poterti ringraziaree

 

  oh oh ohhh Massimoo…

 


..non sò se…è solo noia…

…ritorno quì dopo un pò di giorni…

mi sento come se..mi mancasse lo sprint giusto per partire..sarà la noia??

partire in senso di scrivere questo intendo dire

leggo in quei pochi blog sopravissuti un senso di boh non lo so nemmeno io cosa…noia?…

Eppure uno stimolo dev’esserci per ritrovarci,per salutarsi

però a combattere la noia non è che sia facile,cosa faccio la solletico per strapparle un sorriso?…

..pensavo che si usano nomi originali da mettere ai bambini,chi chiama il figlio con nomi strani,chi sarà quella

famiglia che metterà alla propria bimba il nome “Noia”,tesoroo vieni corri è arrivata Noia…

e un domani che questa fancuilla si dovrà maritare quando finita la giornata il letto parlerà cosa dirà??

Noia ehiii che si fà adesso ahahah..beh scemenze mie tranquilli mi vengono da sole 😉

però sta Noia mi stuzzica,sembra strano dovrebbe essere l’inverso..

..sì lo sò son state queste giornate di caldo africano che m’han lessato il cervello,però qualcosa dovevo trovare

per scacciare stà noiaaa,quindi forza dateci dentro raccontatemi qualcosa di diverso che..

se arriva la Noia sorriderà pure leii

 

                 Max…uffff okkeiii Massimooo che noioso che seii ahahah

 


..la guardai e..me ne innamorai

Tenera delicatamente tenera

un amore nasceva nel cuore

abbiamo dentro di noi dei semi che aspettano solo di crescere

l’ho presa,cullata vista crescere e…morire.

Chiedeva solo un pò d’acqua nient’altro,un bellissimo ricordo di papà Giorgio

una piantina messa lì ove al sol passare nel suo rifiorir trasmetteva un sorriso

il chè per un essere vivente sembra impossibile

l’amore vince,l’amore è una cosa che rende forti anche i più deboli

..è la storia di un salice piangente,nei suoi rami cadenti un racconto nasce

l’ombria che donava ora è una pianta secca,appunto piangente…

Narrar il suo vivere all’alba di un luglio infuocato mi riporta a quelle giornate spensierate

al preparar asciugamani delizie da gustare da proporre a chì con me vuol essere interprete di un Emozione

Sintetico non lo son mai stato,amo parlare mettermi in discussione,amo la vita per quello che mi dà.

Un salice piangente forse nella notte dei tempi sapea sorridere…Caro Giorgio papà della mia infanzia

nell’adolescenza il destino ti ha portato in Cielo,non riesco a scriver altro oggi di bello,di sorrisi ne son sempre in cerca

..non per celare la realtà ma per seminare una positività,ho visto piantare quell’alberello mi piaceva guardarlo

non mi piace ora vederlo morto trascurato da tutti…forse anzi è vero mi son perso nel descriverlo come volevo

ma non dimentico Papà anche se alla mia età guardar le nuvole mi provoca sempre un emozione

come se..dall’alto del cielo ci fosse lui che seminando và una poesia di vita incontra ciò che fà star bene

Cantor di me stesso semplice non arrogante,simpatizzo con chi come me di quel sorriso ne ha le piante

che sian di salice piangente o di una rosa un fiore tutto ciò me lo dice il cuore.

Massimo